DSC_0692.jpgLA CUCINA DELLA FRODA

1. Che cucina facciamo alla Froda?

Prima di tutto, cuciniamo davvero (pare scontato, ma non lo è). Proviamo a fare una cucina del gusto, con chiari richiami alla tradizione dell'arco alpino.

2. Quali sono i nostri piatti caldi?

Polenta (tanta), purée di patate, carni a lunga cottura quali brasato e stinco, codighe, pizzoccheri, pasta e lenticchie, senza dimenticare i piatti stagionali quali capretto (aprile), selvaggina (camoscio e cervo in settembre, marmotta più tardi), capra in varie forme (ottobre).

3. E freddi?

Siamo conosciuti per la mazza, cioè salami, mortadelle di fegato e codighe di produzione propria, realizzati partendo da una vecchia ricetta di famiglia. Si aggiungono prodotti quali coppa, lardo, pancetta, prosciutto crudo, carne secca, che vanno a comporre il classico affettato.

4. Quali formaggi?

Anche qui molta attenzione ai prodotti locali. Il formaggio d'alpe Valmaggia ('vecchio' e 'giovane'), fatto di latte di mucca e capra; poi le formaggelle della regione, i formaggini, la mascarpa fresca e salata (d'estate). Cerchiamo anche, proponendo un piatto di formaggi misti, di accostare ai prodotti locali alcuni formaggi provenienti da altre montagne.

5. I dolci?

Con la stessa filosofia: non infinite varietà ma "veri" perché cucinati da noi, senza trucchi chimici, con la pretesa di soddisfare i palati più esigenti. Insomma: dolci dai gusti non uniformati, che variano di periodo in periodo.

6. Per i cercatori di sapori?

Proponiamo dei menu-degustazione (da concordare in anticipo) che attingono con fedeltà alla tradizione alimentare della montagna, pur con qualche sconfinamento, se capita. E' un'offerta di nicchia, per poche persone o piccoli gruppi. Vorremmo fosse un'esperienza da ricordare.

7. Facciamo cucina nostrana?

Meglio non dirlo, ormai non significa più nulla. Noi facciamo una cucina lontana da quello sciagurato folklore culinario che sfrutta la "fame" di sud della gente del nord o la ricerca di montagna "incontaminata" da parte di chi sta al piano.

8. L'aspirazione della cucina della Froda?

Essere una piccola arca al riparo dal diluvio dei fast food e dall'omologazione dei gusti. Una minuscola isola golosa in un luogo speciale.

9. E i nostri vini?

Oltre a quelli comuni, una quarantina di etichette pregiate. Dal Ticino (prevalente) all'Italia e alla Francia. E anche – non guasta per le occasioni speciali – lo Champagne. Una flûte davanti alla cascata.

Foroglio 6690 Val Bavona Ticino  •  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  •  +41 [0]91 754 11 81  •  +41 [0]79 230 94 79  •  Area riservata

 

Osterie2016   FirmaKay